La Famiglia

                                    La famiglia 

 

 

The Family – La Famiglia 

Family tree – Albero genealogico

Father – Papà

Mother – Mamma

Sister – Sorella

Brother – Fratello

Granddaughter – Nipote

Grandfather – Nonno

Grandmother – Nonna

Aunt – Zia

Uncle – Zio

Cousin – Cugino

Perché la cosa più importante e la famiglia…. (:

 

 

Torna  sul Home page

Vai al Verbo essere 

Welcome to Italy

Lolly sta per partire da casa alla volta dell’Italia.
I Genitori, che non sono nati ieri, si preoccupano di come farà a comunicare con gli italiani.

“Ma siii, certo che parlano tutti in inglese, siamo nel 2017, figurati se non riesco a chiudere informazioni ai passanti o a chi incontro”
“Sei sicura Lolly? E se non parlano? E se non capiscono? E se… E se…”
“Basta Mamma…” “Gli italiani parlano senz’altro un ottimo inglese”

POVERA LOLLY – NON SA CHE L’ASPETTA!

Video inglese gratis - parti di casa

Acquisto casa

Video inglese gratis online 

I nostri Video inglese gratis, per imparare lingua inglese in modo facile e divertente.

 

LET’S SEE WHAT HAVE WE LEARNED TODAY 

RIASSUNTO

HOUSE – CASA

ROOM – CAMERA

LIVING ROOM – SOGGIORNO

BATHROOM – BAGNO

BEDROOM – CAMERA DA LETTO

CHILDREN’S ROOM – LA STANZA DEI BAMBINI

CORRIDOR – CORRIDOIO

 

 

 

 

Torna al Home Page 

Vai alle Prepositions VS Positions 

Fruit and vegetables, frutta e verdura

Video su frutta e verdura, fruits and vegetables

Corso inglese gratis, con fashion piggy: frutta e verdura, fruits and vegetables

Ormai gli appuntamenti al buio sono all’ordine del giorno. Grazie all’avvento dei social network ormai conoscere persone è semplicissimo ma l’effetto sorpresa è sempre dietro l’angolo

 

 

Il nostro Ivan non vede l’ora di incontrare la ragazza dei suoi sogni, per ora vista solo in foto… È così su di giri da parlarne anche con il suo amico “40cents”, cui si passa le ragazze ( l’amore 2.0 proprio!)
La gnocca si presenta all’appuntamento ed è davvero bella come in foto, anche se sembra un po’ di plastica!
La cosa più bella? Ivan è un mangiatore di carne incallito, lei una vegana da foto di insalate su Instagram…

LET’S SEE WHAT HAVE WE LEARNED TODAY 

RIASSUNTO

 

PATATA – POTATO           

CIPOLLA – ONION        

 ZUCCHINI – ZUCCHINI   

 MELANZANA – AUBERGINE

PEPERONE – PEPPER        

POMODORO – TOMATO

 

KIWI – KIWI                

MELA – APPLE                   

 LIMONE – LEMONE

 BANANA – BANANA 

ANANAS – PINEAPPLE

FRAGOLA – STRAWBERRY

 

PINEAPPLE JUST LIKE THE APPLE JUST LITTLE BIT BIGGER  (:

 

 

 

Torna alla homepage

Vai al video The dinner

NON È MAI TROPPO TARDI PER IMPARARE UNA LINGUA

Avete superato i trent’anni e pensate che non siete più nell’età giusta per imparare una lingua? Non c’è niente di più sbagliato! Vi faccio una sola domanda: quando cadete – per una delusione amorosa o per un’amica che vi ha tradito – e avete diciotto anni, quanto tempo vi serve per rialzarvi? Almeno un anno, stando alla mia esperienza. Quando invece questo accade dopo i trenta anni, siete in forma anche dopo una sola settima.

Questo perché avete sviluppato un metodo personale per riprendervi dopo un avvenimento infelice. C’è chi lo fa partendo per qualche giorno in solitudine, chi si circonda di amici e qualche bicchiere di vino, chi scarica la tensione in palestra: ogni metodo è funzionale per la persona che l’ha sperimentato e ne ha tratto giovamento.

Per imparare una nuova lingua dovete usare le stesse strategie che avete usato per altre cose. Non esiste un metodo generale per imparare una lingua.

Vi faccio un esempio concreto. Un maestro che ha una classe di trenta bambini – anche se si tratta del miglior maestro al mondo – non riuscirà mai ad avere un metodo di insegnamento unico che calzi a pennello su ogni suo studente. Ogni bambino ha infatti la propria sensibilità, il proprio background culturale, le proprie esperienze di vita (viaggi, amici e parenti), la propria maturità: non si può avere un metodo per trenta teste differenti. Forse tutti i bambini arriveranno alla sufficienza ma pochi di essi eccelleranno davvero.

Quando dite “Io non parlo bene l’inglese” o conoscete esattamente i vostri limiti oppure – cosa più probabile – siete dei pessimisti. E il pessimismo dovete metterlo da parte.

Avete solo bisogno di provare e vedere che, nonostante tutto quello che pensavate, non è poi così difficile.

L’età non deve essere un limite ma un’opportunità per fare meglio: conoscete meglio voi stessi, sapete come motivarvi, avete superato già numerose prove. Lanciatevi nella nuova avventura senza timori.

 

IMPARARE UNA LINGUA DA ADULTO

“Non ho abbastanza tempo per imparare un’altra lingua”, quante volte l’avete detto? Sicuramente più di una. Si tratta di una menzogna che dite ha voi stessi, come quando vi autoconvincete che gli orari della palestra non si incastrano bene con il vostro lavoro. In realtà non volete impegnarvi e vi arrendete prima di cominciare.

Imparare una lingua da adulti dovrebbe facilitarvi nella memorizzazione delle parole. A differenza dei bambini – cresciuti in famiglie monolingue – avete l’esperienza dalla vostra parte. Molte della parole che andrete a memorizzare in realtà fanno già parte del vostro vocabolario, solo che non le avete mai utilizzate.

Prendete spesso l’aereo? Exit, gate, departures, arrivals, check-in, security, boarding pass, sono solo alcune delle parole che la vostra mente dovrebbe già conoscere.

Vi piacciono i concerti? Standing ovation, stage, ticket, frontman, song, box office, support band e Rock music dovreste già usarle frequentemente.

Appassionati di sport? Gym, win, score, match, game, penalty, offside, goal, fan, climbing, basketball, football, winner, loser sicuramente sono termini che avete sentito spesso.

In realtà potete già iniziare a lavorare su quello che già avete pe rimparare ad esempio, l’inglese.

Pian piano inserire nuovo materiare finché non sarete effettivamente in grado di parlare bene la vostra seconda lingua.

Sono riuscita a convincervi? Mettetevi al lavoro, chi ben comincia è a metà dell’opera!